Synology, storage potenziato con DSM 7.0 e il cloud C2

Gli annunci di questi giorni rappresentano l’apice di una intera strategia volta all’innovazione e all’integrazione perpetua.

Synology

Synology rende disponibile DiskStation Manager (DSM) 7.0 e potenzia i servizi per le aziende con l’espansione della piattaforma C2, dotata di quattro nuovi servizi cloud.

Philip Wong, CEO e fondatore di Synology, ha raccontato come l’azienda abbia lavorato duramente per rilasciare questi aggiornamento. La community, gli appassionati, i clienti e le aziende che usano prodotti e servizi Synology hanno lungamente atteso la release 7, inizialmente presentata nel Q4 del 2019.

La lunga gestazione è facilmente spiegabile: l’azienda ha aggiornato e migliorato 886 funzioni ed effettuato test incrociati con oltre 147mila dispositivi e accessori.
Dopo uno sforzo così intenso, la società è pronta a rilasciare DSM 7.0 a partire da domani.

Ma, come evidenzia Wong, gli annunci di questi giorni rappresentano l’apice di una intera strategia volta all’innovazione e all’integrazione perpetua. Lo dimostrano i numeri e l’aumento delle vendite presso tre dei principali eTailer italiani, così come l’incremento degli iscritti al Synology Partner Program e l’incremento dei reseller.
La società collabora attivamente con numerosi clienti, su numerose verticali, dalla PA all’healthcare, sino agli enti Governativi, passando da realtà di grosso calibro, come per esempio: Audi, Unesco, BBC, Unilver e tanti altri.
Oltre otto milioni di soluzioni Synology per la gestione dei dati sono già installate in tutto il mondo, ciascuna basata sul sistema operativo DSM.

synology

DSM 7.0, molto più che una major release

Come precisa Francesco Zorzi, Technical Manager Synology Italia, il rilascio di queste novità non è da considerarsi unicamente una major release. Il lavoro fatto ha permesso di ridefinire le fondamenta stesse dell’ambiente operativo, con particolare attenzione su direttrici di primaria importanza.

Si è scelto di potenziare l’infrastruttura in ottica di sicurezza e autenticazione protetta, ma anche in rapporto a funzioni di monitoraggio real-time con active insight, arrivando a una architettura che permette la condivisione cross-site e un tangibile aumento del volume gestibile di dati.

La sicurezza, le capacità di gestione del sistema e di collaborazione sui dati, sono i miglioramenti principali di DSM 7.0 che rappresenta un enorme passo avanti per le soluzioni NAS e SAN di Synology. Basandosi sul successo di C2 Storage, Synology sta lanciando prodotti ibridi e prettamente cloud, un nuovo gestore di password, la directory as a service, il backup nel cloud e soluzioni di condivisione sicura dei file.

synology

Synology sta investendo molto in questa piattaforma e ha in programma di aprire un nuovo data center per espandere i suoi servizi nella regione Asia-Pacifico.

lancio, insieme al nuovo esteso aggiornamento, include nuovissimi servizi hybrid-cloud, come Active Insight, una soluzione di monitoraggio e diagnostica dei dispositivi su ampia scala, Hybrid Share, che combina la flessibilità dello storage C2 e le sue capacità di sincronizzazione con le soluzioni on-premise, e C2 Identity, una directory hybrid cloud as a service per semplificare la gestione del dominio cross-site.

Insieme alle evoluzioni della piattaforma, come il supporto di volumi fino a 1 PB, DSM 7.0 introduce anche miglioramenti alla sicurezza sotto forma di Secure SignIn. Questo nuovissimo sistema di autenticazione rende l’uso di due fattori ancor semplice e immediato.

synology

È già in cantiere un nuovo data center a Taiwan, al centro di tutti i mercati chiave della regione Asia-Pacifico. Questa infrastruttura consente all’intero portfolio C2 di essere ancor più vicino ai clienti, riducendo la latenza e migliorando l’esperienza per l’utente finale, allo stesso modo delle soluzioni NAS e SAN on-premise di Synology per le implementazioni edge.

Synology C2 si fa in quattro

Aggregando i servizi cloud e i device Synology on-premise, le aziende disporranno della massima protezione dei dati, della ridondanza delle informazioni e di performance elevate grazie a local cache.

synology

La protezione integrata consente il recovery bare-metal per una sicurezza omnicomprensiva di dati, OS e drive esterni. Il sistema è già disponibile per ambienti Microsoft e lo sarà a breve per la famiglia di servizi Microsoft 365 e macOS.
Il flusso dati trasmesso è protetto con modalità end-to-end, con codifica client-side AES 256 / RSA 4096, trasferimento su HTTPS e scrittura codificata su C2 Data center.

C2 Identity è, probabilmente, la componente più innovativa introdotta da Synology. Si tratta di un sistema centralizzato di gestione delle risorse. Supporta autenticazione per servizi interni ed esterni (LDAP, SAML, OIDC). È compatibile con Windows, Mac, Linux, Microsoft 365, Google Workspace, Salesforce, Adobe CC, Zoom, l’intera gamma di servizi Synology e molto altro ancora.
L’azienda prevede una versione gratuita fino a 10 device, pensata per le PMI, oppure una versione in abbonamento da 19,99 euro l’anno per aziende medio/grandi.

Password e trasferimenti

Synology abilita il trasferimento sicuro e tracciato dei file, semplificando la vita delle imprese in epoca di GDPR. Il sistema consente una condivisione sicura tra dipendenti o esterni, generando token one-time e permettendo una definizione granulare della modalità e dei tempi di download.

C2 Password permette la gestione centralizzata delle chiavi di accesso tramite wallet digitale. Tramite estensione del browser e App per mobile, il sistema consente la sincronia delle password cross-device, proteggendo l’archivio tramite crittografia end-to-end. Anche in questo caso, la versione base con 100 MByte di trasferimenti e Secure Vault è gratuito. La release business da 15 GByte di Vault e 5 GByte di trasferimenti costa invece 19,99 euro l’anno.

Come anticipato durante la conferenza, a luglio saranno rilasciati i piani gratuiti per C2 Password, ad agosto arriveranno C2 Identity e C2 Transfer. A settembre sarà rilasciato C2 Backup per device fisici, mentre a ottobre l’azienda pianifica di rendere disponibili C2 Backup per Microsoft 365 e C2 Password versione PRO.

Synology Photos

Damiano Doria, Product Manager per l’Italia, che abbiamo recentemente intervistato, ha poi parlato di Synology Photos. Si tratta della combinazione efficace delle due precedenti App Photo Station e Synology Moments, e nasce per soddisfare le esigenze di privati e professionisti.

synology nas

Synology Photos permette di impostare filtri attraverso intelligenza artificiale, riconoscendo le persone nelle foto o identificando i luoghi. In questo modo, gli utenti possono selezionare le foto in cui appaiono determinate persone, paesaggi o edifici. Allo stesso modo, grazie ai metadati memorizzati dalla foto, è possibile filtrare in base al luogo in cui è stata fatta, la data, o secondo le etichette create dall’utente, permettendo la creazione di album in modo semplice.

synology

Synology Photos si presenta anche come una soluzione adeguata anche per i fotografi professionisti. Le sue funzionalità consentono di organizzare i file per cartelle, distribuendo immagini o video per progetti, o secondo l’utente a cui sono destinati. Synology tiene particolarmente conto delle esigenze dei professionisti in tema di condivisione dei file. Il destinatario delle immagini non necessita di avere un programma o un profilo sulla piattaforma per accedere alle foto.

Inoltre, è possibile dare permessi di accesso individualizzati, dalla sola visualizzazione al download o alla modifica, e impostare password specifiche per le cartelle.
Infine, Synology Photos permette ai professionisti di filtrare le immagini in base a criteri come il modello di fotocamera con cui sono state scattate, la velocità o l’apertura, al fine di trovare più facilmente la foto migliore di un determinato contesto.