Prosegue la formazione sulla cybersecurity con il team Clusit

Oltre a due nuovi Atelier formativi è prevista anche l’assegnazione del Premio Tesi, che riconosce le tesi universitarie più innovative in materia di cybersecurity.

formazione

A settembre riparte il format di comunicazione e formazione organizzato da Clusit e rivolto in particolare a manager e professionisti della cybersecurity.
Le recenti cronache dimostrano, infatti, la necessità che i team di Incident Response di aziende e istituzioni siano in grado di assicurare una risposta agli incidenti immediata ed efficace. Partiranno da qui gli esperti Clusit, proponendo, con alcuni dei principali player del settore, due nuovi appuntamenti gratuiti di formazione della Security Summit Academy.

La cybersecurity al centro di due eventi

Due nuovi Atelier tecnologici sono infatti a calendario, oltre all’assegnazione del Premio Tesi, che riconosce le tesi universitarie più innovative in materia di sicurezza informatica. Si partirà il 9 settembre con “Ridurre il tempo di contenimento con un approccio automatizzato all’Incident response”.

Formazione sulla cybersecurity Clusit

È davanti agli occhi di tutti l’incremento in volume, velocità e complessità degli attacchi cyber, anche nel nostro Paese. In molti incidenti di violazione dei dati, il costo è più che finanziario, ed è ben noto che il tempo che i team di sicurezza informatica impiegano dalla violazione al contenimento è critico.
L’Atelier affronterà nello specifico come sia possibile ridurre il tempo tra il rilevamento e la gestione delle minacce informatiche.

Clusit e la formazione sulla cybersecurity

Il 14 settembre sarà la volta di “Consapevolezza degli utenti, un aspetto imprescindibile della sicurezza in chiave moderna. Come costruirla con successo?”
Gli ultimi attacchi di sicurezza dimostrano come la consapevolezza dei rischi informatici sia strumento imprescindibile per ridurre l’esposizione al rischio delle aziende, sia in termini di protezione e prevenzione che in termini di mitigazione e recovery. Tuttavia, un percorso formativo di awareness necessita di una piattaforma opportuna, strumenti di misurazione, tempistiche adeguate e processi specificamente disegnati.

Comprendere queste specificità è un fattore chiave per la creazione di un progetto che non punti solo a rispondere agli aspetti di compliance, ma che produca un effettivo e solido risultato di presa di coscienza e modifica dei comportamenti dei diversi utenti di fronte ai pericoli digitali. Tutti gli Atelier Tecnologici hanno una durata di 50 minuti circa. I corsi sono fruibili sulla piattaforma online di Security Summit Academy, con la possibilità per i partecipanti di interagire. Ogni Atelier dà diritto a un credito CPE.

Un riconoscimento alle tesi universitarie

Infine il 16 settembre alle 10 ci sarà la presentazione del Premio Tesi “Innovare la sicurezza delle informazioni” – 16° edizione – 2020.
Riservato alle tesi universitarie più innovative in materia di sicurezza informatica, il premio ha lo scopo di promuovere una collaborazione tra i soggetti che si occupano di sicurezza informatica in Italia: aziende, università, studenti.
Un punto di scambio tra mondo produttivo e mondo scientifico, tra studenti e mondo del lavoro, alimentato direttamente dai singoli soggetti che vi partecipano portando i propri bisogni e le proprie esperienze.