Lavorare da remoto in sicurezza si può. L’esempio di Aubay Italia

A causa del lavoro da remoto dei dipendenti, Aubay ha acquistato 850 licenze PSB per proteggere il 50% dei Pc dei dipendenti che lavorano da casa.

Aubay Italia lavoro remoto 

Con la pandemia Aubay Italia ha rafforzato la sicurezza dei suoi addetti che lavorano da remoto per proteggere al meglio i dati dei clienti. Parte del gruppo Aubay, quotato alla Borsa di Parigi, Aubay Italia è una società di Consulenza e di System Integration che offre soluzioni e servizi di IT & Business Consulting nei settori bancario, finanziario, assicurativo, industriale, energia, trasporti e telco. Con oltre 2000 dipendenti in Italia, fa parte delle prime 10 aziende italiane di servizi nel settore IT. Dalla consulenza alla realizzazione di progetti tecnologici, Aubay accompagna la digital transformation e la modernizzazione dei sistemi informativi dei suoi clienti.

Proteggere gli endpoint aziendali anche lavorando da remoto

I clienti di Aubay operano in mercati critici e trattano dati sensibili e di grande valore. Per proteggere al meglio la propria infrastruttura e gli endpoint aziendali, dove transitano i dati dei clienti, già qualche anno fa Aubay si è dotata di licenze F-Secure Protection Service for Business.

Aubay Italia lavoro remoto

Nel 2020, con la pandemia e il passaggio al lavoro da remoto di tutti i dipendenti, si è trovata nell’esigenza di rafforzare celermente la sicurezza degli endpoint.
Contemporaneamente, essendo un’azienda certificata ISO 27001, stava valutando nuove soluzioni di sicurezza per potenziare sempre più la protezione dei suoi asset.
L’infrastruttura di Aubay è costituita da più di 2000 Pc e 500 server virtuali che garantiscono il lavoro quotidiano oltre 2000 dipendenti su 11 sedi in Italia. Lo staff IT è composto da 7 persone divise su Torino, Milano e Roma, di cui 2 dedicate alla sicurezza.

Con il passaggio al lavoro da remoto per tutti i suoi dipendenti nel febbraio 2020, Aubay ha acquistato 850 licenze PSB che oggi vanno a proteggere il 50% dei Pc aziendali dei dipendenti che lavorano da casa. Il deployment di tutte le licenze è stato gestito in una sola settimana.
É stata inviata una comunicazione ai dipendenti che hanno provveduto in autonomia a installare la licenza. Su 850 client installati il numero di problemi si è attestato sotto l’1%. Gli utenti hanno potuto fin da subito operare in sicurezza, senza criticità, rallentamenti o impedimenti.

Aubay Italia lavorare da remoto sicurezza

PSB protegge anche i server di Aubay, che sono tutti ospitati nelle sedi dell’azienda non avendo nessun servizio in outsourcing o in cloud. Nell’ottica di mantenere la certificazione ISO 27001 e di innalzare il livello di sicurezza dei sistemi, l’azienda ha testato e acquistato anche 128 licenze F-Secure Radar. Esse consentono di individuare e risolvere le vulnerabilità in modo automatizzato prima che vengano sfruttate.

Aubay Italia lavoro remoto

I dati dei clienti, le proposte economiche di Aubay, le informazioni protette da NDA che transitano sugli endpoint e nei sistemi di Aubay sono protetti da PSB, che agisce in modo proattivo. La manutenzione da parte di Aubay non richiede né tempo né risorse grazie ad aggiornamenti di client e database e a un patch management automatizzati.

Piergiuseppe Delfino, Cio e Ciso Aubay Italia
F-Secure Radar è stato scelto come parte del percorso di crescita nella sicurezza informatica che ogni anno Aubay si prefigge. Si è rivelato un valido alleato. È uno strumento semiautomatico che fa bene il suo lavoro, alleggerendo il carico dello staff IT.