Notebook dual-display per lavoro e intrattenimento, Asus UX481F

Il secondo schermo ScreenPad Plus consente una interazione diretta con il sistema, le App e i programmi installati.

Notebook dual-display per lavoro

In prova il versatile e originale Asus UX481F, un portatile dual-display pensato per la mobilità e la produttività, ma anche capace di intrattenere e sorprendere.

Questa versione fa parte della famiglia premium ZenBook e della serie Duo. Al fianco del display Full HD da 14” si trova un secondo pannello integrato nel corpo principale del notebook. La matrice touch ScreenPad Plus assicura una risoluzione di 1.920×515 pixel e costituisce un unicum nel panorama dei sistemi portatili moderni.

L’idea di fondo è quella di offrire un ulteriore spazio di interazione all’utente, che può usare lo schermo in differenti modalità. Questa versione ScreenPad è una evoluzione della release ScreenPad 2.0 (dove il display touch risulta integrato nell’area stessa del touchpad).
In questo caso, la superficie visibile sensibile al tocco è molto più ampia e si affianca a quella messa a disposizione dal pad con due tasti.

Notebook dual-display per lavoro

Microsoft Windows 10 gestisce questo componente come un qualsiasi schermo secondario, permettendo la riproduzione di immagini in modalità clone, in estensione o abilitando solo uno dei due display a piacimento. Tutto questo è possibile tramite la funzionalità “proietta” e il tasto display, coincidente con il tasto funzione F8.

Il display superiore ha una diagonale di 14” e un formato schermo 16:9. Si tratta di proporzioni ideali per lavorare bene, con icone e caratteri leggibili e definiti. Merito della piattaforma NanoEdge FHD Frameless, che permette un interessante rapporto diagonale/chassis. Il pannello retroilluminato a LED è inoltre molto luminoso se impostato al massimo e consente di lavorare bene anche in condizioni di forte luce.

Notebook dual-display per lavoro, come funziona ScreenPad Plus?

come funziona ScreenPad Plus?

ScreenPad Plus da 12,6” ha invece una finitura opaca e, anche impostato al massimo, non è in grado di eguagliare luminosità e contrasto del display primario, almeno nella configurazione in prova.
Ma, naturalmente, questa porzione di schermo non nasce per visualizzare foto e video, anche se può farlo, ma è uno strumento altamente configurabile per la produttività. Chi ha lavorato con almeno due display conosce i benefici di una simile configurazione di lavoro e la possibilità di massimizzare l’uso di più programmi e task.
Asus, con lo ScreenPad Plus, vuole replicare questa impostazione di lavoro anche in ambienti mobile, senza doversi appoggiare a componenti esterne.

come funziona ScreenPad Plus?

Oltre a poter disporre icone, finestre e programmi, lo schermo può essere suddiviso in modo specifico e usato con determinate App, facilmente attivabili attraverso il menu Launcher a scorrimento laterale.

Asus ha chiamato questa modalità ScreenExpert: si tratta del software che semplifica la gestione delle finestre e delle App. La piattaforma include App Switcher, ViewMax e App Navigator, in grado di snellire la gestione delle operazioni tra lo schermo principale e ScreenPad Plus.
Non solo, gli utenti possono trascinare App, toolbar o menu all’interno dello ScreenPad Plus, per creare uno schema personalizzato di lavoro.

come funziona ScreenPad Plus?

È dunque possibile abbinare sui due display differenti software, navigando e compilando documenti, disegnando e sfruttando lo schermo inferiore per tavolozza e tool grafici e video. In questo senso, Asus sta lavorando con alcuni sviluppatori, tra cui Corel, per ottimizzare i tool di ScreenPad Plus e ottenere il massimo della produttività.
Quick Key permette di personalizzare alcune combinazioni attraverso tasti dedicati, per snellire le operazioni ripetitive, come per esempio il “copia + incolla”, la ricerca, l’accesso a determinate impostazioni software o di sistema.
Sullo schermo può inoltre essere gestite un tastierino numerico virtuale o un taccuino dove poter scrivere e prendere nota a mano libera.

Notebook dual-display per lavoro, usabilità quotidiana

Nel complesso, l’esperienza d’uso del display touch in differenti contesti è positiva. È possibile velocizzare molte attività quotidiane e lavorare con più programmi aperti. Lo schermo è sensibile ma non sempre preciso lungo i bordi.
In più, appena presa un po’ di confidenza e di abitudine con lo ScreenPad si è portati automaticamente a scorrere tra App e programmi, continuando a strisciare e cliccare anche sul display principale, che però non è touch! Dopo un iniziale smarrimento si ritorna a lavorare sullo schermo inferiore.

Notebook dual-display per lavoro

Tastiera e touchpad meritano un ragionamento a parte. Asus ha dovuto lavorare intensamente per inserire in uno chassis di dimensioni standard (323x223x19,9 mm) due schermi, una tastiera con tasti standard e un’area sensibile per le funzionalità mouse.
La tastiera è retroilluminata su tre livelli è robusta e silenziosa e offre un’ottima sensazione durante la digitazione, grazie alla corsa ridotta dei tasti. Qualche piccolo sacrificio è però stato fatto per coniugare versatilità e due schermi.

I tasti Control e Invio sono nettamente più piccoli rispetto a un notebook standard e le frecce direzionali sono state integrate nella scacchiera principale. Per chi digita con frequenza ed effettua lavoro di inserimento dati o stesura testi, questo particolare fa la differenza e rende l’utilizzo generale meno comodo. Troppo spesso ci si trova a premere i tasti sbagliati.

Il touchpad ha dimensioni adeguate e offre una buona reattività e sensibilità.
Sempre per una questione di integrazione multi-componente, l’area sensibile non si trova al centro ma è stata disposta a destra.
L’uso è piacevole ma appare evidente che il posizionamento sia piuttosto svantaggioso per chi opera tradizionalmente con la mano sinistra.

Notebook dual-display per lavoro

Manca, infine, il canonico poggia-polsi, un’area che permette di scaricare le articolazioni e le spalle dallo stress di un uso prolungato. In questo caso, l’area poggia-polsi è assente a causa dell’avanzamento forzato della tastiera.
Per sopperire parzialmente a questo, Asus ha fatto avanzare tastiera e touchpad fino al profilo frontale e ha studiato una cerniera display in grado di sollevare la base del notebook. A schermo aperto, il portatile risulta leggermente inclinato. Un particolare che favorisce la digitazione, sfruttando la scrivania e il piano di lavoro come estensione del portatile e sostituto del poggia-polsi.
Se, tuttavia, ci troviamo in mobilità, senza un piano adeguato d’appoggio, la digitazione non è propriamente agevole (notebook sulle gambe oppure appoggiati a uno striminzito tavolino da bar o sul treno).

Notebook dual-display per lavoro, dotazione hardware

Asus ZenBook Duo UX481F è un sistema completo e con una dotazione ricca.
La CPU Core i7-10510U, introdotta da Intel lo scorso autunno, fa parte della decima generazione Core. Si avvantaggia di un processo costruttivo a 14 nm e risulta ideale per questo genere di configurazione compatta, anche in virtù di un TDP di soli 15 W.
I 4 core (8 thread) lavorano con un clock compreso tra 1,8 GHz e 4,9 GHz, in base al carico computazionale e alle condizioni ambientali.
Questo componente include un controller per RAM fino a DDR4 a 2.666 MHz a doppio canale. La macchina in prova dispone di 16 GByte LPDDR3 a 2.133 MHz, interamente saldati on-board e non ulteriormente espandibili.

Mobilità e leggerezza

La sezione grafica integrata è affiancata dalla più potente GPU Nvidia GeForce MX 250 con 2 GByte di memoria GDDR5. Pur non trattandosi espressamente di un componente da gaming è in grado di offrire una accelerazione sensibile per geometrie e primitive DirectX 12 e OpenGL 4.6.
L’architettura Pascal offre 384 core a 1.518 MHz e memoria a 7 GHz su bus a 64 bit.

Notebook dual-display per lavoro

Lo chassis, molto compatto e già carico di componenti, non offre spazio per unità ottiche o storage di tipo Serial Ata da 2,5”. L’unico slot disponibile è quello PCIe x2 per moduli M.2, occupato dall’unità Hynix HFM512GDJTNG da 512 GByte.

Notebook dual-display per lavoro

Asus UX481F offre Bluetooth 5.0 e Wi-Fi 6 grazie al modulo integrato Intel AX201D2W a 160 MHz. Le porte di comunicazione includono una USB 3.1 Gen2 Type-C, una USB 3.1 Gen 2 Type-A, una USB 3.1 Gen 1 Type-A, oltre a una HDMI, al connettore audio cuffie/microfono e al lettore microSD.
Interessante la disponibilità di una telecamera con IR compatibile Windows Hello e un sistema audio con microfono di alta qualità e altoparlanti certificati Harman Kardon.

Notebook dual-display per lavoro, test e usabilità

Durante le prove, UX481F si è fatto apprezzare per la buona reattività nella maggior parte dei contesti. La macchina è infatti soddisfacente da usare sia in un contesto office, sia in ambienti home, grazie alle discrete doti multimediali.

Essential e Productivity di PCMark10

Nelle suite Essential e Productivity di PCMark10, il notebook totalizza un buon punteggio ed è in grado di eseguire i “programmi di tutti i giorni” senza alcuna flessione. Nel complesso il punteggio è in linea con sistemi analoghi, comunque lontano dai sistemi da lavoro o intrattenimento di fascia superiore.

autonomia

L’autonomia generale è buona, con una media di circa 10 ore e mezzo e un minimo di quasi 2 ore e mezza quando vengono utilizzate appieno tutte le capacità hardware in modo prolungato.

Tempi di ricarica
A una buona indipendenza dalla presa di corrente corrisponde un tempo di carica completa superiore alla media. Per completare la ricarica completa dell’accumulatore da 70 Wh e 4 celle più di 2 ore e mezza.

Notebook dual-display per lavoro

Lo storage PCIe è veloce e offre un netto vantaggio rispetto a un comune SSD con interfaccia Serial Ata. Detto questo, le performance del dispositivo su bus x2 sono solo discrete se comparate con altre unità del segmento e con modelli PCIe x4. Particolarmente brillante la velocità in lettura sequenziale, compresa tra 1 GB/s e 1,6 GB/s.

Notebook dual-display per lavoro

Notebook dual-display per lavoro: Il sistema operativo Windows 10 trae beneficio dall’alta velocità in lettura, il sistema si avvia in un tempo medio di 12 secondi, si spegne in meno di 7 secondi e rinviene da standby in un battito di ciglia.

Se analizzato come macchina per l’elaborazione 3D o l’intrattenimento, UX481F risulta abbastanza carente. La GPU Nvidia, non recentissima, fatica a tenere le 30 fps con engine grafici evoluti e si comporta con discreta fluidità solo durante il rendering di scenari non troppo complessi.

Notebook dual-display per lavoro

Un esempio è rappresentato dai punteggi registrati con 3DMark PRO: il complesso set “Fire Strike” è ben al di sotto della soglia accettabile. Le prestazioni salgono invece con le suite Sky Diver e Cloud Gate, tarate per configurazioni hardware entry-level.

Notebook dual-display per lavoro

Notebook dual-display per lavoro

Notebook dual-display per lavoro

I benchmark VRMark e SuperPosition mettono in luce come il gaming Full HD a pieno dettaglio non sia possibile, così come una gestione di alta qualità di eventuali occhiali per la VR.

Un particolare sicuramente positivo è dato dall’elevata silenziosità del sistema e dalla ridotta temperatura raggiunta dalla scocca durante le prove. Il fondo sollevato e l’impiego di ventole e heatpipe dedicate per CPU e GPU consente un raffreddamento efficace e un comfort elevato (un aspetto per nulla secondario per le configurazioni compatte).

Notebook dual-display per lavoro

Asus UX481F è dunque un buon tuttofare che, però, non eccelle in modo evidente in nessuna direzione specifica. La dotazione di due display e di una configurazione completa lo rendono indicato per chi cerca una piattaforma altamente interattiva per la produttività. Il guscio elegante e la cura per i dettagli qualificano il possibile acquirente tra gli appassionati di tecnologie, power-user ed enthusiast attenti a ogni particolare.

 

Punteggio

79
su 100

PRO

Prestazioni bilanciate; buona autonomia; doppio display; Wi-Fi 6; silenzioso; tastiera robusta.

CONTRO

Carica completa piuttosto lenta; touchpad decentrato non sempre agevole da usare; uso in mobilità poco confortevole; layout tastiera migliorabile.

 

Caratteristiche generali
ProduttoreAsus
ModelloZenBook Duo UX481F
Sito webwww.asus.it
Prezzo (IVA inclusa)Euro 1.699,00
Dimensioni323 x 223 x 19.9 mm
Peso1,5 Kg
Caratteristiche tecniche
ProcessoreIntel Core i7-10510U / 1,8 GHz (4,9 GHz Turbo) / quad-core / 8 Mbyte Smart Cache
RAM16 GByte LPDDR3 2.133 MHz (non ulteriormente espandibile)
Storage512 GByte SSD M.2 2280 PCIe x2
Unità Otticano
Sistema operativoMicrosoft Windows 10 Professional
Display14″ TFT IPS / 1.920×1.080 pixel / anti-glare + ScreenPad Plus: 12.6” / touchscreen / 1.920×515 pixel
GPUIntel UHD + Nvidia GeForce MX 250 con 2 GByte GDDR5
ConnettivitàWi-Fi 6 / Bluetooth 5.0 / 1x USB 3.1 Gen2 Type-C / 1x USB 3.1 Gen 2 Type-A / 1x USB 3.1 Gen 1 Type-A / Audio / HDMI 2.0 / lettore microSD
WebcamSì / IR / compatibile Windows Hello
Alimentazione70 Wh / 4 celle / ioni di litio