Soluzioni strategiche per il contact tracing, la vision di Mist Systems

Nuove applicazioni aziendali per le soluzioni di mappatura e allerta.

Soluzioni strategiche per il contact tracing

Mist Systems, azienda di Juniper Networks, ha annunciato diverse nuove applicazioni per aiutare le aziende ad accogliere nuovamente dipendenti, clienti e ospiti nei locali aziendali. I clienti di Juniper possono ora adottare misure fondamentali per la sicurezza sul posto di lavoro, come il proximity tracing, la mappatura degli spostamenti e l’allerta in caso di superamento delle distanze di sicurezza.

Queste attività di contact tracing strategico e iniziative di distanziamento sociale avranno un prezzo conveniente. Sfruttando la tecnologia Wi-Fi basata su AI e le soluzioni Bluetooth LE brevettate e Premium Analytics di Mist, questi tipi di utilizzo possono essere distribuiti in modo scalabile, fornendo contemporaneamente ai clienti i controlli per proteggere la privacy individuale.

Sudheer Matta, VP Products di Mist
La salute e il benessere dei dipendenti sono sempre stati una parte fondamentale del business continuity planning. Ma ora più che mai le aziende si rivolgono allo staff IT per un aiuto nel rispetto di OSHA, ADA, CDC e altre linee guida.
L’architettura Mist offre un valore unico coniugando il Wi-Fi con la tecnologia BLE virtuale brevettata, supportata da un array di 16 antenne bidirezionali che riducono al minimo la necessità di infrastrutture hardware extra, come i beacon a batteria.
Inoltre, Mist ha recentemente lanciato il servizio Premium Analytics che fornisce insight da una varietà di fonti di dati per ottimizzare le esperienze dell’utente finale/cliente e identificare le tendenze che possono aiutare i clienti con la sicurezza sul lavoro.

Juniper Mist si avvale anche di un solido ecosistema di partner tecnologici per fornire soluzioni complete a supporto della tracciabilità dei contatti aziendali e del distanziamento sociale. Ciò include badge BLE indossabili, sistemi di notifica in tempo reale e applicazioni in grado di sfruttare Mist open-SDK per una localizzazione interna ad alta precisione.

Soluzioni strategiche per il contact tracing

Utilizzando gli access point e i servizi cloud Mist in combinazione con dispositivi abilitati Wi-Fi e/o BLE come telefoni e badge, le aziende possono ora sfruttare i vantaggi dei seguenti casi di utilizzo business critical:

  • Proximity tracing: Se un individuo è risultato positivo al Covid-19 (o presenta sintomi), le aziende possono identificare e notificare rapidamente agli altri dipendenti, ospiti o clienti che potrebbero essere stati in prossimità di tale individuo mentre erano sul luogo.
  • Journey mapping: le aziende possono visualizzare i modelli di traffico storici e i percorsi che i dipendenti risultati positivi al test per Covid-19 hanno fatto, dal momento in cui sono arrivati sul luogo a quando lo hanno lasciato. La mappatura dello spostamento è in grado di identificare le zone ‘calde’ ad alta concentrazione, affinché le aziende possano adottare misure di sicurezza, come la riconfigurazione degli spazi di lavoro e l’implementazione di ulteriori interventi di pulizia.
  • Allerta zone ‘calde’: Osservando la numerosità di device e posizioni in aree specifiche, le aziende possono disperdere la concentrazione dalle aree congestionate e modificare i percorsi con avvisi in tempo reale basati sulla posizione. Possono anche visualizzare i trend nel tempo per identificare alcune aree per misure proattive.

Soluzioni strategiche per il contact tracing

Come affermano Brad Casemore e Rohit Mehra nel rapporto di IDC “Five Major Datacenter Networking Trends in 2020 and Beyond”, maggio 2020, “Prima del Covid-19, il principale driver per l’adozione del cloud pubblico era il desiderio di una maggiore agilità aziendale e flessibilità a supporto della digital transformation. Quel driver non è sparito, ovviamente, ma ora è rafforzato da uno slancio senza precedenti per raggiungere un maggiore grado di resilienza delle applicazioni e del business, inclusi gli scenari di application e business continuity e il disaster recovery”.