Cloud Native, SparkFabrik decolla e cresce del 60%

L’investimento sulla Cloud Native significa modernizzare i processi interni, anche quelli esistenti.

Optima Italia

Crescita del 60% nei primi mesi del 2021 e fatturato di 1.8 milioni di euro nel 2020, decolla l’approccio Cloud Native di SparkFabrik. Per un’azienda investire in applicazioni Cloud Native significa modernizzare i propri processi interni. Così da diventare diventare resilienti nei confronti della digital transformation. SparkFabrik punta sulle persone, sul trasferimento delle idee e delle competenze. Oltre che su metodi di lavoro agili per guidare le imprese in questo percorso

Approccio Cloud Native di SparkFabrik

Una crescita del +60% nei primi cinque mesi del 2021 quella di SparkFabrik, tech company con headquarter a Milano, nata nel 2015, che aveva chiuso il 2020 con un fatturato di 1.8 milioni di euro. Un trend positivo che continua nel solco del +20% segnato nel 2020. Ed evidenzia la sempre maggior consapevolezza da parte di imprese e PMI del ruolo cruciale che la trasformazione digitale sta giocando nei processi aziendali e del percorso verso una tecnologia capace di adattarsi all’accelerazione dei tempi.

L’approccio software-driven del Cloud Native di SparkFabrik

Forte di un team di 32 persone e la previsione di assumerne altre 10 entro la fine dell’anno, SparkFabrik è una tech company composta da Software Engineers, Cloud Native e DevOps engineer, Strategist e Designer. Essi si occupano di progettare e sviluppare  applicazioni Cloud Native, sistemi e infrastrutture cloud attraverso le più recenti tecniche DevOps.

Ma cosa si intende per approccio nativo?

Il Cloud Native è dunque un’architettura articolata, deputata ad assemblare componenti già sviluppate nativamente per il Cloud. In modo da trarne i massimi benefici in primis in termini di modernizzazione di un’azienda. Si differenzia dal Cloud Computing, che invece è un insieme di servizi informatici accessibili in modalità on-demand e self service attraverso Internet, costruiti attorno a risorse condivise.

Oltre a sviluppare Web e mobile applications greenfield e modernizzare applicativi in chiave Cloud Native, SparkFabrik si occupa anche di servizi. Ad esempio sviluppo di prodotti web e mobile con le più moderne tecnologie disponibili seguendo metodologie Agile. Integrandoli sempre con un approccio Cloud Native e che consentono al business di proseguire con continuità.

SparkFabrik decolla e cresce del 60%

È anche presente un team dedicato alla  consulenza strategica in ambito UX e UI. Infine una China Unit che ha come obiettivo, grazie alla partnership con Alibaba Cloud, di supportare le aziende che intendono arrivare sul mercato cinese. Superando gli ostacoli tecnologici che questo comporta. SparkFabrik è inoltre membro della CNCF, la Cloud Native Computing Foundation,

I vantaggi del Cloud Native Journey per le aziende

Esploso sempre di più negli ultimi anni e argomento particolarmente attuale, il Cloud Native può essere definito come il passaggio successivo e naturale al Cloud Computing. In particolare la possibilità di creare delle app Cloud Native che siano ottimizzate proprio per il modello di Cloud Computing assicura alle organizzazioni e aziende che i loro sistemi IT siano snelli, stabili.

O molto più facilmente adattabili all’accelerazione della digital transformation. La sua adozione però non deve essere vista come una semplice riorganizzazione, quanto piuttosto come una vera e propria trasformazione che prevede una fase di pianificazione e preparazione.